BENVENUTO !

BENVENUTI IN AS.PE. CARIGE

libera associazione no profit, costituita nella primavera 2013 fra pensionati, ex dipendenti di Banca Carige, già Cassa di Risparmio di Genova e Imperia, per tutelare i diritti e gli interessi economici e morali dei propri Associati in materia previdenziale, sanitaria e assistenziale rappresentandoli e assistendoli nei rapporti con il Gruppo Carige, l’INPS e gli altri enti assicurativi e finanziari del settore, pubblici e privati.

Per maggiori informazioni consultare le pagine elencate nella colonna a fianco ------------------------------------->


lunedì 23 marzo 2020

COMUNICATO N.143 - Erogazioni liberali per l’emergenza Coronavirus

Sono in corso diverse campagne di raccolta fondi per far fronte alla gravissima emergenza del Covid-19, in particolare a favore della Protezione Civile e degli Ospedali che si stanno prodigando per assistere i malati, purtroppo con mezzi resi insufficienti dall’elevato numero dei ricoveri causati dalla pandemia. 
Anche As.Pe. Carige si impegna nella nobile gara di solidarietà promuovendo una campagna di donazioni a favore dell’Ospedale Regionale di San Martino, cui necessitano soprattutto attrezzature per i reparti di terapia respiratoria intensiva, in modo da convogliare le nostre risorse verso il presidio sanitario più importante della Liguria.
L’Associazione ha deliberato, ai sensi dell’art.2 punto f) dello statuto, e già versato la somma di € 2.000 sul seguente c/c:
IBAN: IT02Y0617501594000002390480
Causale: Erogazione liberale Emergenza Covid 19

L’Ospedale richiede che le donazioni effettuate a mezzo bonifico bancario siano comunicate al seguente indirizzo mail: donazioni@hsanmartino.it. Per rispettare la privacy di ciascun Socio la mail non dovrà essere inviata per conoscenza ad As.Pe., anche se, in qualità di ente promotore, si raccomanda di donare con generosità in proporzione ai propri redditi.

L’art.66 del D.L. 17/3/2020 prevede una detrazione fiscale del 30% dell’importo della donazione effettuata con bonifico o altro mezzo di pagamento tracciabile, ma essendo il Policlinico di S. Martino anche un ente di ricerca autorizzato nel 2021 si potrà probabilmente beneficiare della deduzione dall’imponibile con un beneficio fiscale del 41% (aliquota Irpef + addizionali) per redditi superiori a € 28.000 sino al 46% per i redditi superiori a € 75.000.     

Indipendentemente dal vantaggioso trattamento fiscale, che in queste circostanze passa in secondo piano, As.Pe. si augura di poter contribuire all’acquisto di una o più postazioni di respirazione assistita, del valore di circa € 20.000 caduna.

Nel testo della mail da indirizzare all’IRCCS Ospedale Policlinico San Martino con gli estremi del bonifico è possibile indicare la causale estesa “Raccolta fondi As.Pe. Carige: bonifico del …….…..  di € ……... erogazione liberale emergenza Covid-19 per acquisto attrezzature sanitarie” (nel bonifico on line non è necessario inserire il proprio CF, ma è opportuno completare la parte ordinante con il proprio indirizzo postale). 

domenica 8 marzo 2020

COMUNICATO N.142 - Proroga della chiusura della sede sociale e rinvio delle Assemblee ordinaria e straordinaria del 2 aprile 2020

Le notizie che giungono in merito all’aggravarsi dell’epidemia di coronavirus e ai provvedimenti restrittivi decretati dal Governo ci obbligano a prorogare precauzionalmente la chiusura della sede e a rinviare sine die le Assemblee del 2/4 p.v.  
Non sono certamente questi i disagi più importanti ai quali siamo tutti sottoposti, ma si tratta di misure di doverosa limitazione dei contatti sociali, che non potranno essere rimosse sinché l’epidemia non sarà sotto controllo e vinta in tempi che ci auguriamo possano essere brevi.  
I contatti proseguono attraverso i recapiti dell’Associazione e di tutti i Consiglieri per telefono e via mail pubblicati sul nostro sito Internet wwww.aspecarige.it
Le Assemblee ordinaria e straordinaria del 2/4/2020 sono quindi aggiornate con lo stesso ordine del giorno a data da destinarsi, che verrà comunicata mediante nuovo avviso di convocazione, fermo restando la validità delle deleghe sin qui pervenute.
La raccolta delle deleghe ha sinora raggiunto soltanto il 50% del numero necessario ad assicurare il quorum dell’Assemblea straordinaria sia per l’intenzione non sempre espressa di partecipare in proprio sia per problemi connessi alla gestione della posta elettronica.
Per attirare l’attenzione su questo adempimento sociale, il messaggio è preceduto da un avviso speciale per chi ha già inviato la delega: RICEVUTA DELEGA. GRAZIE. e per chi deve ancora provvedervi: INVIARE DELEGA. GRAZIE., ricordando che le modalità del rilascio sono semplificate al massimo (anche via mail senza allegato) e non impediscono la successiva partecipazione in proprio.
Il rinvio non ci esime dal fornire tempestive informazioni sull’andamento dell’esercizio 2019, che non sono pubblicate sul sito Internet mancando l’approvazione assembleare, ma che possono così raggiungere il maggior numero di iscritti, compresi coloro che non parteciperanno direttamente all’assemblea avendo rilasciato delega ad un altro socio.
Pertanto inviamo esclusivamente via mail il “Bilancio 2019”, le cui voci non necessitano di particolari commenti, e la “Relazione annuale del Presidente”, che in occasione della prossima riunione verrà integrata con i fatti rilevanti accaduti dopo la chiusura dell’esercizio.

A nome del Consiglio Direttivo e mio personale auguro a tutti voi e alle vostre famiglie buona salute e una felice Primavera.
Un cordiale saluto.
Il Presidente
Gianni Lo Vetere

lunedì 24 febbraio 2020

COMUNICATO N.141 - Chiusura temporanea della sede sociale



Il Governo e la Protezione Civile hanno diffuso norme di igiene e prevenzione per evitare il diffondersi dell’epidemia Coronavirus in atto. Pur essendo la nostra Regione al momento esente da casi di contagio, è una elementare norma di prudenza per sé e per gli altri attenersi alle prescrizioni e cautele dettate dalle autorità e dal buon senso. Le manifestazioni pubbliche sono sospese in alcune zone, ma anche altrove si consiglia di evitare luoghi di affollamento e attività sociali che comportino contatti ravvicinati fra gruppi di persone. 

Ci è parso quindi doveroso attenerci a queste raccomandazioni, chiudendo i locali della sede, che come noto sono in coabitazione con l’ente concessionario, al pubblico dei nostri associati per ora sino al 10/3 p.v., fermi restando i turni dei Consiglieri per le attività interne di sede, anche questi ridotti al minimo indispensabile. La momentanea riduzione dei contatti sociali può essere utilmente compensata, almeno per la parte connessa alle incombenze burocratico-amministrative, dall’uso dei servizi pubblici Internet di cui ricorrentemente diamo notizia (operazioni di c/c e titoli on line, sito INPS, mod.730 precompilato, assicurazioni RCA on line, ecc.). Al riguardo esistono le limitazioni strumentali e cognitive ben note, ma chi volesse sperimentare alcuni servizi può contare sull’assistenza telefonica dei nostri esperti.

Per quanto riguarda più direttamente i rapporti associativi ricordiamo l’apposita rubrica nel menu a lato con l’indirizzo mail di As.Pe. e i numeri telefonici dei Consiglieri e dei Collaboratori volontari in grado di dare tutte le risposte necessarie per telefono o via mail, direttamente o dopo aver consultato il collega competente per materia. Per la polizza sanitaria, gli iscritti MBA sono già frequentemente in contatto con il Consigliere Giuseppe Mongiardino, mentre si rende necessario rivedere il programma di raccolta delle deleghe per le Assemblee del 2/4/2020, con raccomandazione di imbucare i documenti richiesti nella cassetta delle lettere del palazzo della sede o spedirle per posta ordinaria, evitando però di consegnarle direttamente in ufficio.  

La raccolta delle deleghe procede ad un ritmo insufficiente ad assicurare il quorum richiesto di 300 soci in proprio o per delega: si rivolge quindi un fervido invito a tutti coloro che non vi abbiano ancora provveduto a farci avere il tagliando via mail (anche con dichiarazione contenuta nel messaggio senza l’invio di allegati) o per posta. Alcuni soci continuano a preferire il versamento in contanti della quota sociale, anche per il gradito incontro fra ex-colleghi, tuttavia per le quote residue di quest’anno si consiglia il versamento sul c/c 70885/18/040 - ITIT91F0617501400000007088518 o per il tramite di qualche Consigliere qualora si presenti un’occasione d’incontro.