BENVENUTO !

BENVENUTI IN AS.PE. CARIGE!

l'Associazione no profit costituita nel 2013 tra i Pensionati di Banca Carige per tutelare i diritti e gli interessi economici e morali in materia previdenziale, sanitaria e assistenziale dei propri Associati rappresentandoli e assistendoli nei rapporti con il Gruppo Banca Carige, il Fondo integrativo pensioni interno, l'INPS e gli altri enti assicurativi e finanziari pubblici e privati del settore.

Per ulteriori informazioni, nuove iscrizioni e/o quesiti di natura pensionistica, previdenziale, assistenziale e/o sanitaria consultare le pagine: "CHI SIAMO", “DOVE SIAMO”, “CONTATTI”, “ASSISTENZA”, "ORGANI SOCIALI", “STATUTO”, “SCHEDA ISCRIZIONE” e “POLIZZA SANITARIA”.

lunedì 21 dicembre 2015

Comunicato n.56 - Liquidazione in forma di capitale del FIP

Facciamo seguito al Comunicato n.55 per segnalare che la nostra Associazione non ha aderito alle proposte aziendali di liquidazione del FIP in forma di capitale, preconfezionate e immodificabili, dal momento che non c’è mai stata una vera trattativa, ma solo il desiderio della Banca di attenuare gli effetti che il nostro atteggiamento negativo potrebbe provocare sul numero delle adesioni.
Come la stessa Azienda ha precisato nelle lettere in corso di distribuzione, che conterranno l’importo lordo offerto, la proposta è subordinata al raggiungimento del 70% di adesioni per teste o del 50% dell’importo della riserva matematica totale, in quanto l’operazione, non prevista dal nostro Regolamento, è soggetta ad autorizzazione della Co.Vi.P., che usa questo criterio referendario in mancanza di una delibera degli organi assembleari, inesistenti nel caso di un Fondo preesistente, interno al bilancio della Banca.
Le suddette percentuali comprendono anche il personale in servizio che ha già optato per il trasferimento delle proprie posizioni individuali ad altro Fondo a contribuzione definita, pertanto alla Banca occorre il 45/50% di adesioni dei circa 2.000 pensionati attuali e differiti per raggiungere il quorum autorizzativo richiesto.
Nei nostri incontri avevamo chiesto una ragionevole composizione di alcune vertenze e la trasparenza delle cifre offerte, con la specifica delle metodologie attuariali utilizzate, ma nemmeno questa semplice forma di chiarezza nei rapporti è stata accolta, siglando invece un’intesa sindacale, priva di qualsiasi valore di legge rispetto ai pensionati, e per di più tenuta riservata, che non ha altro scopo se non quello di giustificare a priori la congruità delle cifre offerte dalla Banca.
Manifestiamo il nostro forte dissenso in merito allo smantellamento progressivo del FIP il quale, oltre ad avere natura retributiva e solidaristica, è dotato dell’integrale copertura della riserva matematica al servizio delle pensioni future, che mette la Banca al riparo da imprevedibili rischi attuariali e finanziari, con l’eccezione delle varie vertenze aperte sul minimo garantito e sulla perequazione.
Inoltre, nella maggior parte dei casi, la rendita è la forma di previdenza più idonea per la terza età, a meno che, per es., non si intenda estinguere un mutuo oneroso o aiutare i figli ad acquistare la prima casa; sotto il profilo fiscale, si ricorda che la pensione beneficia dell’abbattimento dell’imponibile del 12.50%, con sensibile riduzione dell’aliquota Irpef marginale, mentre il capitale è tassato al 100%, però con un’aliquota progressiva più bassa legata agli anni di iscrizione al Fondo, e il suo eventuale reinvestimento è soggetto a rischi di mercato e ad ulteriori imposte.
Per decidere c’è tempo sino al termine indicato nella lettera, nel frattempo invitiamo i soci a riflettere, senza esprimere le loro preferenze nel momento della consegna delle lettera, e a fornirci via mail l’importo della propria pensione integrativa lorda (somma algebrica delle voci 2350-2351-2352 e, se presente, 2362) e la data di nascita del coniuge, anche separato, in modo da facilitare le risposte alle tante richieste di consulenza che stanno pervenendo in sede.
Avremmo voluto indire un’Assemblea per illustrare compiutamente il problema, ma non ce ne sarà il tempo; a mero titolo orientativo consultatevi fra di voi con il passa parola e fateci sapere, possibilmente per posta elettronica, quale scelta personale intendereste operare.
Si ricorda a tutti che As.Pe. è un’associazione senza fini di lucro, che può svolgere la propria attività solo nei confronti degli associati; è quindi opportuno per chi volesse iscriversi con decorrenza 2016 di farlo subito via mail, utilizzando il modulo pubblicato sul nostro sito, per non gravare di questo adempimento le nostre limitate risorse di spazio e tempo disponibili in sede.

mercoledì 16 dicembre 2015

Comunicato n.55 – Convocazione in Carige dei pensionati FIP

Nei giorni scorsi abbiamo avuto un incontro con la Direzione del Personale della Banca Carige, che ci ha illustrato il suo progetto di erogare, su base volontaria e in forma di un unico capitale, la pensione integrativa aziendale. Abbiamo fatto le nostre dovute riserve, chiesto alcuni dati sulla quantificazione dell'offerta, la conferma di alcuni aspetti garantistici per tutti i nostri soci e la contestuale definizione transattiva di alcune vertenze in atto. Le trattative sono appena iniziate senza che siano stati ancora definiti né i criteri né il quantum delle erogazioni. Ma l’Azienda ha fretta di concludere avendo la necessità di contabilizzare l’operazione a bilancio 2015.
Ovviamente nulla cambierebbe per i colleghi che decideranno di mantenere la pensione sotto forma di rendita.
In questa corsa a chiudere da parte aziendale, abbiamo avuto notizia che la Banca sta convocando tutti i pensionati FIP dal 23/12/15 all’8/1/2016 per gratificarli della strenna natalizia e informarli in merito all’iniziativa, presumibilmente, al fine di ottenere una loro adesione preventiva di massima all’offerta.
In quel periodo saremo in grado di fornire ai nostri soci e ai nuovi iscritti 2016, informazioni più precise sullo stato delle nostre trattative e, in seguito, un’adeguata consulenza contabile in ordine alle proposte aziendali.  
Si invitano, pertanto, tutti i nostri Soci a non assumere alcun impegno formale e a farci visita in vico Falamonica,1/12 sc.d, nei consueti giorni di apertura della sede (e probabilmente in altri giorni che segnaleremo con SMS) o previo appuntamento telefonico, in quell’occasione o nei giorni immediatamente successivi, per aver ragguagli sulla eventuale conclusione dell’accordo e sulla valutazione economica dell’offerta che riceveranno dall’azienda, nonché ai conseguenti riflessi riguardo sia alle azioni giudiziali eventualmente avviate sia su quelle allo stato solo ipotizzate.
In ogni caso, tempi e spazi permettendo, sarà una gradita occasione per incontrarci e scambiarci amichevoli auguri di Buone Feste.

IL CONSIGLIO DIRETTIVO

Comunicato n. 54 - Modalità di versamento delle quote sociali 2016

Gentili Consocie. cari Consoci,
in questi giorni molti associati si sono affrettati ad eseguire direttamente in sede il pagamento della quota sociale per il 2016; apprezziamo molto tanta solerzia e siamo davvero lieti di incontrare di persona tanti amici ma, al contempo, dobbiamo ricordare che, fortunatamente, non siamo più i quattro gatti dei primi tempi e che di conseguenza l’esazione manuale delle quote diventa un fatto oneroso anche per la gestione contabile e per l’aggiornamento delle singole posizioni a Libro Soci.

Nel confermare che l’importo delle quote annuali resta invariato rispetto al 2014 e al 2015 per le categorie statutarie (AP € 10, QD € 20 e DIR € 40), con riduzione del 50% per i soci titolari di pensione di reversibilità, chiediamo, a quanti non abbiano già provveduto, di voler ordinare presso la Dipendenza dove intrattengono il c/c personale di cat. 18 l’accredito con periodicità annuale a partire dal 2 gennaio 2016 (posticipato in caso di giorno non lavorativo) a favore di

AS.PE. CARIGE Associazione Pensionati Fondo Integrativo Banca Carige
c/c 70885/18/040 - IBAN IT91 F061 7501 4000 0000 7088 518

Si ricorda che è possibile effettuare l’operazione anche on line accedendo alla sezione “Ricariche e Bonifici”, sottomenù “Bonifici continuativi”, seguendo lo schema guida per l’inserimento dati nella sezione “Prenotazioni”, ferma restando la facoltà di stampa, modifica e/o revoca in qualsiasi momento;

Confidiamo molto nella Vostra collaborazione e formuliamo i nostri più cordiali saluti con gli AUGURI DI BUON NATALE E UN SERENO ANNO NUOVO a Voi tutti e alle vostre Famiglie.

IL CONSIGLIO DIRETTIVO



domenica 6 dicembre 2015

COMUNICATO N. 53 – Polizza sanitaria 2016

Facciamo seguito al Comunicato n. 48 del 19.10.2015 di pari oggetto per fornire alcune integrazioni e precisazioni per la parte riguardante la migrazione a UNISALUTE a decorrere dal 01.01.2016 della polizza sanitaria sin qui stipulata con CATTOLICA ASSICURAZIONI, da realizzare attraverso l’accettazione tacita, salvo comunicazione di recesso (o modifica riduttiva del nucleo familiare).
Nella scorsa settimana è stato pubblicato sul sito associativo sotto la voce “ Polizza sanitaria 2016” un documento denominato “Fascicolo informativo – Contratto di assicurazione sanitaria” redatto dalla capofila Unione Pensionati del Banco di Napoli d’intesa con la contraente Unisalute, poi sostituito in data 05.12.2015 da una versione di aggiornamento datata 25.11.2015 e contenente:
- una nota informativa, corredata da un glossario, sul contratto di assicurazione, sulle forme di assistenza e sulle procedure di liquidazione;
- il contratto-tipo di assicurazione (definibile tale nel senso che talune specifiche formalità o coperture possono esulare dal rapporto instaurato tra Assicuratore e U.P.B.N. e riguardare altre categorie di assicurati e clienti di Unisalute) con indicazione di scoperti e franchigie per le varie forme di copertura assicurativa ed i collegati massimali e sub-massimali.
- la modulistica contrattuale e operativa.
In relazione, si conferma che la nuova polizza si intenderà automaticamente applicata a tutti i nostri soci sottoscrittori della polizza Cattolica Assicurazioni 2015, salvo esplicita disdetta o variazione per cancellazione dagli attuali nuclei familiari, da comunicare mediante lettera semplice da consegnare o far pervenire alla Segreteria di AS.PE CARIGE. Il termine per tale adempimento, già indicato nel 30.11.2015 nel Comunicato n. 48 è stato prorogato a Venerdì 18 dicembre 2015 (ultimo giorno di apertura della sede prima delle festività natalizie). In via cautelativa si consiglia ai soci in tale senso interessati di segnalare la spedizione a mezzo posta mediante email indirizzata a aspe.bancacarige@gmail.com e p.c. a giuseppe.mongiardino@gmail.com.
Successivamente, la Segreteria di AS.PE. provvederà a trasmettere le lettere ricevute direttamente a Unione Pensionati Banco di Napoli in un unico plico raccomandato, evitando ai soci problemi di spedizione e rischi di recapito.
L’elenco su specifico supporto informatico dei convenzionamenti di Unisalute con strutture e medici ai fini dell’assistenza diretta, non è tuttora disponibile, per cui al momento è necessario consultare il sito di Unisalute, seguendo le indicazioni fornite nella nota allegata.
A rettifica di quanto precedentemente riferito, la dichiarazione anamnestica – anche dopo l’accettazione da parte della Società assicuratrice – non esclude l’applicazione di un periodo di carenza di 4 mesi per i nuovi assicurati (vedasi punto A2 delle condizioni generali – pag. 12 di 19 della polizza tipo ovvero pag. 24 secondo la numerazione progressiva in sovrimpressione).
Riferiamo infine che la materia delle nuove adesioni alla polizza UNISALUTE da parte di nostri Soci (in quanto aggregabili a Unione Pensionati del Banco di Napoli) è regolata dal punto 2 della “Condizioni di assicurazione” (Polizza) di pag. 13 del fascicolo informativo 25.11.2015, in cui sono indicati i soggetti assicurabili.
Al riguardo va considerato in primo luogo che la numerosità del gruppo familiare assicurato influisce – in termini di rischio – sulla diluizione del massimale assicurato di € 150.000/anno stabilito per ogni nucleo. Pertanto in caso di esistenza di nuclei familiari (derivati) costituiti dal figlio del socio iscritto, non convivente e non a carico e a sua volta con moglie e figli, si riterrebbe consigliabile la costituzione di nuclei autonomi, ancorché collegabili al socio stesso.
E’ stata poi confermata la norma che le adesioni in corso d’anno comportano il pagamento del premio totale se date nel corso del primo semestre, con riduzione al 60% per il secondo semestre. Sarebbe pertanto opportuno perfezionare la domanda in termini stretti per evitare il pagamento a vuoto di una parte del premio.
A tal fine si consiglierebbe di procedere immediatamente alla compilazione della documentazione per la parte riguardante direttamente il nucleo del socio e in primo luogo del “Questionario anamnestico Unisalute” avvalendosi eventualmente del proprio medico di base, Dovranno poi essere compilati i seguenti documenti (moduli tutti scaricabili dalla pagina “Polizza sanitaria 2016” del sito associativo www.aspecarige.it ”):
- scheda di adesione alla polizza “Convenzione malattie” con UNISALUTE
- scheda d’iscrizione – come socio aggregato – all’Unione Pensionati Banco di Napoli
- mandato per addebito diretto SEPA per il pagamento della quota associativa (€ 25,00) e del premio di assicurazione
Anche queste nuove adesioni dovrebbero pervenire ad AS.PE. CARIGE entro lo stesso termine del 18 dicembre 2015 previsto per le disdette, per una spedizione congiunta. L’Associazione si attiverà per un successivo invio in blocco delle nuove adesioni comunque pervenute entro il giorno 8 gennaio 2016.
Si fa infine riserva di comunicare in tempi possibilmente ristretti, le complete modalità occorrenti per l’estensione – in forma congiunta o disgiunta - ai familiari non a carico e non conviventi degli attuali aderenti, così come previsto, in via innovativa dagli accordi intercorsi tra Unisalute e U.P.B.N.
Per ulteriori informazioni e chiarimenti, di massima con carattere d’urgenza, potranno essere consultati telefonicamente il Segretario dott. Matteo LANTERO (328538077) e il Consigliere rag. Giuseppe Mongiardino (335 8136984) , ovvero per email, rispettivamente teolantero@libero.it e giuseppe.mongiardino@gmail.com.

 
MODALITA’ OPERATIVE PER VISUALIZZARE GLI ELENCHI DI STRUTTURE E MEDICI
CONVENZIONATI CON UNISALUTE

  1. Entrare nel sito www.unisalute.it
  2. Cliccare sul link “Centri medici convenzionati in tutta Italia” posto in una riga in colore blu collocata nella prima metà della home page
  3. Si accede ad una pagina titolata “strutture sanitarie convenzionate”
    1. ove, a metà, è collocato un link in colore blu denominato “vai alle strutture”; dare un clic.
    2. Compare una pagina con una mappa dell’Europa meridionale, che alla sommità ha due link “seleziona una provincia” e “scegli strutture”. che consentono di prendere visione delle strutture convenzionate , suddivise per provincia e tipologia (case di cura; centri diagnostici e studi medici; centri odontoiatrici; wellness), dandone la localizzazione sulla mappa geografica interessata. A tal fine selezionare dapprima la provincia di interesse e successivamente il tipo di struttura. L’elenco è disponibile sulla parte destra della pagina.
    3. A fondo pagina esiste poi un link denominato “clicca qui per visualizzare i medici convenzionati” che apre all’elenco completo, in ordine alfabetico, dei sanitari convenzionati.
Sarà nostra cura, comunque, cercare di produrre in tempi brevi elenchi disponibili sul sito della nostra Associazione