BENVENUTO

BENVENUTI IN AS.PE. CARIGE !

libera associazione no profit, costituita nel 2013 fra pensionati ed esodati, già dipendenti di Banca Carige - Cassa di Risparmio di Genova e Imperia, per tutelare i diritti e gli interessi economici e morali dei propri Associati in materia previdenziale, assicurativa e sanitaria, assistendoli nei rapporti con il Gruppo Carige, l’INPS e gli altri enti tributari, assicurativi e finanziari, pubblici e privati.

lunedì 19 gennaio 2015

COMUNICATO N.36 - Certificazione Unica e 730 precompilato

Quest’anno, in sostituzione dei CUD rilasciati dai sostituti d’imposta, i pensionati e altre categorie di contribuenti riceveranno, entro il 28 febbraio, la Certificazione Unica dei redditi (CU 2014).
Dal 15 aprile prossimo, l’Agenzia delle Entrate metterà a disposizione del contribuente la dichiarazione precompilata, che il contribuente potrà accettare o modificare anche on line; in quest’ultimo caso dovrà rettificare i dati in possesso del Fisco, fornendo ulteriori informazioni.
Non essendo ancora disponibile la procedura di caricamento automatico delle spese sanitarie e in presenza di altre categorie di spese detraibili, si dovrà quasi sempre provvedere all’integrazione dei dati riempiendo le apposite caselle.
A seguito dell’innovazione, la presentazione del mod. 730 in via telematica e la consegna ai CAF o ai professionisti abilitati è prorogata al 7 luglio.
Per entrare nell’area riservata delle Agenzia delle Entrate e scaricare la Certificazione Unica, confermare o modificare il Mod. 730 precompilato è necessario registrarsi e ottenere una password seguendo le chiare istruzioni riportate nell’Area Riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate (in alto a destra della pagina).
La fase di registrazione e di primo accesso all’area riservata del sito è piuttosto complessa, ma la possibilità di operare in linea (come nel caso dell’INPS, che non spedisce più i documenti cartacei) presenta molti vantaggi, in quanto consente di stampare in proprio le certificazioni e le istruzioni necessarie e, per chi ha un po’ di dimestichezza con l’utilizzo di Internet, anche di evitare la compilazione manuale della dichiarazione e/o le code presso i CAF, specie in prossimità della scadenza dei termini di presentazione.
Naturalmente la mancata certificazione di un CAF o di un professionista espone il contribuente ai rischi di errori e di maggiori controlli, per cui chi nutre dubbi in merito alle deducibilità o detraibilità delle spese sostenute potrà provare la procedura telematica interattiva in via sperimentale e utilizzare gli altri servizi informativi disponibili on line, continuando per quest’anno a servirsi dei CAF.

Nessun commento: