BENVENUTO

BENVENUTI IN AS.PE. CARIGE !

libera associazione no profit, costituita nel 2013 fra pensionati ed esodati, già dipendenti di Banca Carige - Cassa di Risparmio di Genova e Imperia, per tutelare i diritti e gli interessi economici e morali dei propri Associati in materia previdenziale, assicurativa e sanitaria, assistendoli nei rapporti con il Gruppo Carige, l’INPS e gli altri enti tributari, assicurativi e finanziari, pubblici e privati.

lunedì 21 dicembre 2015

Comunicato n.56 - Liquidazione in forma di capitale del FIP

Facciamo seguito al Comunicato n.55 per segnalare che la nostra Associazione non ha aderito alle proposte aziendali di liquidazione del FIP in forma di capitale, preconfezionate e immodificabili, dal momento che non c’è mai stata una vera trattativa, ma solo il desiderio della Banca di attenuare gli effetti che il nostro atteggiamento negativo potrebbe provocare sul numero delle adesioni.
Come la stessa Azienda ha precisato nelle lettere in corso di distribuzione, che conterranno l’importo lordo offerto, la proposta è subordinata al raggiungimento del 70% di adesioni per teste o del 50% dell’importo della riserva matematica totale, in quanto l’operazione, non prevista dal nostro Regolamento, è soggetta ad autorizzazione della Co.Vi.P., che usa questo criterio referendario in mancanza di una delibera degli organi assembleari, inesistenti nel caso di un Fondo preesistente, interno al bilancio della Banca.
Le suddette percentuali comprendono anche il personale in servizio che ha già optato per il trasferimento delle proprie posizioni individuali ad altro Fondo a contribuzione definita, pertanto alla Banca occorre il 45/50% di adesioni dei circa 2.000 pensionati attuali e differiti per raggiungere il quorum autorizzativo richiesto.
Nei nostri incontri avevamo chiesto una ragionevole composizione di alcune vertenze e la trasparenza delle cifre offerte, con la specifica delle metodologie attuariali utilizzate, ma nemmeno questa semplice forma di chiarezza nei rapporti è stata accolta, siglando invece un’intesa sindacale, priva di qualsiasi valore di legge rispetto ai pensionati, e per di più tenuta riservata, che non ha altro scopo se non quello di giustificare a priori la congruità delle cifre offerte dalla Banca.
Manifestiamo il nostro forte dissenso in merito allo smantellamento progressivo del FIP il quale, oltre ad avere natura retributiva e solidaristica, è dotato dell’integrale copertura della riserva matematica al servizio delle pensioni future, che mette la Banca al riparo da imprevedibili rischi attuariali e finanziari, con l’eccezione delle varie vertenze aperte sul minimo garantito e sulla perequazione.
Inoltre, nella maggior parte dei casi, la rendita è la forma di previdenza più idonea per la terza età, a meno che, per es., non si intenda estinguere un mutuo oneroso o aiutare i figli ad acquistare la prima casa; sotto il profilo fiscale, si ricorda che la pensione beneficia dell’abbattimento dell’imponibile del 12.50%, con sensibile riduzione dell’aliquota Irpef marginale, mentre il capitale è tassato al 100%, però con un’aliquota progressiva più bassa legata agli anni di iscrizione al Fondo, e il suo eventuale reinvestimento è soggetto a rischi di mercato e ad ulteriori imposte.
Per decidere c’è tempo sino al termine indicato nella lettera, nel frattempo invitiamo i soci a riflettere, senza esprimere le loro preferenze nel momento della consegna delle lettera, e a fornirci via mail l’importo della propria pensione integrativa lorda (somma algebrica delle voci 2350-2351-2352 e, se presente, 2362) e la data di nascita del coniuge, anche separato, in modo da facilitare le risposte alle tante richieste di consulenza che stanno pervenendo in sede.
Avremmo voluto indire un’Assemblea per illustrare compiutamente il problema, ma non ce ne sarà il tempo; a mero titolo orientativo consultatevi fra di voi con il passa parola e fateci sapere, possibilmente per posta elettronica, quale scelta personale intendereste operare.
Si ricorda a tutti che As.Pe. è un’associazione senza fini di lucro, che può svolgere la propria attività solo nei confronti degli associati; è quindi opportuno per chi volesse iscriversi con decorrenza 2016 di farlo subito via mail, utilizzando il modulo pubblicato sul nostro sito, per non gravare di questo adempimento le nostre limitate risorse di spazio e tempo disponibili in sede.

Nessun commento: