BENVENUTO !

BENVENUTI IN AS.PE. CARIGE

libera associazione no profit, costituita nella primavera 2013 fra pensionati, ex dipendenti di Banca Carige, già Cassa di Risparmio di Genova e Imperia, per tutelare i diritti e gli interessi economici e morali dei propri Associati in materia previdenziale, sanitaria e assistenziale rappresentandoli e assistendoli nei rapporti con il Gruppo Carige, l’INPS e gli altri enti assicurativi e finanziari del settore, pubblici e privati.

Per maggiori informazioni consultare le pagine elencate nella colonna a fianco ------------------------------------->


giovedì 19 dicembre 2019

COMUNICATO N.135 - Quote sociali 2020/2021


Il notiziario sperimentale di Nov-2019, inviato a tutti i Soci con mail del 30/10 u.s. o per posta ordinaria, dava la notizia del gemellaggio con il Gruppo Seniores e di altre eventuali forme di aggregazione associativa con riduzione - in ogni caso - delle quote annuali di As.Pe. a decorrere dall’anno 2021.    
Ad una più approfondita disamina di tutti gli aspetti amministrativi e operativi dell’eventuale fusione, non esclusa l’incognita della migrazione di Carige in un altro Gruppo bancario, il Consiglio Direttivo del 18/12 u.s., ha deliberato di rinviare il progetto continuando peraltro a promuovere le iniziative comuni delle Associazioni gemellate. 

Conseguentemente, stante la buona situazione economico finanziaria della nostra Associazione, è stato possibile anticipare all’anno 2020 la preannunciata variazione delle quote sociali, riducendole del 50%, come segue:
-          DIR - ex Dirigenti                                                      € 20  (già € 40)
-          QD - ex Funzionari e Quadri direttivi di gr.III-IV           € 10  (già € 20)
-          AP - ex Area Professionale e Quadri direttivi gr.I-II          5  (già € 10) 
con importi dimezzati per i titolari di pensione di reversibilità.

Il provvedimento è in linea con l’art.5 dello Statuto che prevede differenti categorie degli associati e delle relative quote annuali, tuttavia venendo a mancare il principale riferimento al FIP, il Consiglio ha deliberato di presentare all’Assemblea straordinaria alcune proposte di modifiche statutarie, fra cui l’unificazione delle categorie e delle quote sociali, il cui importo nel 2021 sarà stabilito nella misura di € 10 per tutti.      
La variazione comporta un impegno di gestione non indifferente per As.Pe. e per gli stessi Soci che hanno rilasciato la delega permanente, che potrebbe diventare fonte di errori e spese di rettifica sproporzionati al modesto importo dovuto.
Si consiglia pertanto di non effettuare alcuna modifica del bonifico continuativo in essere, che As.Pe. attribuirà agli anni 2020/21 e non al solo anno 2020.
I Soci che versano in contanti o con bonifico diretto possono effettuare lo stesso versamento biennale in via definitiva (assolvendo in tal modo l’obbligo statutario senza conguaglio) o decidere di versare soltanto la quota 2020 e l’anno successivo l’importo all’epoca vigente.
In caso di dimissioni o di importi eccedenti, As.Pe. restituirà a semplice richiesta la quota 2021, se versata anticipatamente e non ancora maturata, comunicando il proprio IBAN per il riaccredito.  
Le deleghe permanenti dovranno essere in seguito modificate, ma si avrà tempo tutto l’anno per farlo adattandole con facilità al nuovo importo e alla nuova decorrenza, pertanto si consiglia di attendere nostre istruzioni, che verranno diramate in occasione della prossima convocazione assembleare.

Nessun commento: