BENVENUTO

BENVENUTI IN AS.PE. CARIGE !

libera associazione no profit, costituita nel 2013 fra pensionati ed esodati, già dipendenti di Banca Carige - Cassa di Risparmio di Genova e Imperia, per tutelare i diritti e gli interessi economici e morali dei propri Associati in materia previdenziale, assicurativa e sanitaria, assistendoli nei rapporti con il Gruppo Carige, l’INPS e gli altri enti tributari, assicurativi e finanziari, pubblici e privati.

mercoledì 13 gennaio 2021

COMUNICATO N.164 - Cashback, Lotteria degli Scontrini e PagoPA

Dopo diverse incertezze e disfunzioni iniziali, si è concluso positivamente il periodo di prova del programma governativo Cashback.

Sull’app IO sono confermati per l’intero importo i rimborsi che saranno accreditati in conto il 1°/3 p.v. e appaiono già le prime operazioni del periodo semestrale a regime, soggette al massimale di € 150 pro-capite a condizione che si raggiunga il minimo di 50 transazioni entro il 30/6/2021.

Il caricamento degli strumenti di pagamento è facilitato dai dati personali già presenti sullo SPID e dal collegamento con l’archivio SIA - Società Interbancaria per l’Automazione: è sufficiente indicare la Banca con cui si intrattengono i conti o le Carte di credito utilizzate per individuarli automaticamente e dare il consenso alla registrazione. 

Ricordiamo in proposito che qualsiasi carta registrata su IO concorre al Cashback con i pagamenti effettuati senza necessità di ulteriori azioni di conferma da parte del consumatore.

I pagamenti elettronici degli acquisti di beni o servizi on line, non ammessi al Cashback, restano automaticamente esclusi, come ovviamente avviene con i bonifici disposti on line, ma restano validi tutti i pagamenti effettuati tramite terminali POS, comprese le spese sanitarie detraibili, le fatture dei centri diagnostici e degli specialisti, i rifornimenti di carburante, il pagamento del bollo e dell’assicurazione auto, solo per fare alcuni esempi.

Di norma la consultazione della posizione su l’app IO è semplice e immediata utilizzando il PIN di sei cifre memorizzabile scelto in sede di registrazione, ma una volta al mese bisogna riconfermare la propria identità accedendo al sito con lo SPID per cambiare il PIN.

Questa operazione è resa piuttosto complicata, a volte snervante, dalla fugace apparizione della notifica del codice di controllo (OTP), che l’IDPoste invia tramite sms (che se non memorizzato dal telefono bisogna annotarsi), e dalla necessità di dare il consenso al trasferimento dei dati su un comando posto in basso del display visibile soltanto se si fa scorrere la schermata in alto, altrimenti il consenso viene negato e si deve ricominciare daccapo il log in. 

Circa l’aspetto sicurezza, sollevato da alcuni soci, riteniamo che non si possano nutrire dubbi che i dati personali siano trattati nel dovuto rispetto delle norme sulla privacy e di sicurezza delle transazioni: i dati del cash back sono inseriti nel sistema senza alcun riferimento alla causale d’acquisto e devono essere cancellati non appena diventati inservibili, l’IBAN è richiesto solo per rimborsi e accrediti, mentre le carte registrate non possono essere utilizzate senza il supporto fisico o i relativi codici di sicurezza, che restano nell’esclusiva disponibilità del titolare.   

La lotteria degli scontrini, l’iniziativa promozionale forse più attesa per l’entità dei premi in palio, slitterà invece al 1/2/2021 per consentire ai commercianti di organizzarsi meglio e ai consumatori di dotarsi del codice di partecipazione (vedasi i Comunicati n° 156 e 159).

Al momento si può solo presumere che l’operazione incontrerà molti ostacoli, alcuni obiettivi, a causa della incompleta copertura dei punti vendita con i POS di nuova generazione a lettura ottica e dell’onerosità dell’inserimento manuale degli 8 caratteri alfanumerici del codice lotteria, che potrebbero scoraggiarne l’utilizzo, specie per gli acquisti effettuati presso i piccoli commercianti.  

In proposito, si ricorda che ogni avente diritto partecipa alla lotteria con tante probabilità statistiche quanti sono gli euro registrati sullo scontrino e non una sola volta per ogni pagamento. 

Per analogia d’argomento ricordiamo il recente decreto legge sulla semplificazione e innovazione digitale che intende promuovere anche il programma PagoPA, un sistema di pagamenti elettronici per rendere più semplice, sicuro e trasparente qualsiasi pagamento verso la Pubblica Amministrazione.

Per effettuare i pagamenti con quella modalità, è necessario accedere ai siti degli Enti pubblici creditori che hanno già aderito al sistema (quasi tutti, trattandosi di un obbligo di legge) e seguire, nella sezione PagoPA, le istruzioni per inserire lo strumento di pagamento che si intende utilizzare, fra cui le carte di credito, come già in uso per gli acquisti on line.  

IO è già strutturata per ricevere tali pagamenti tramite gli strumenti precaricati, ma sarà necessario attendere qualche tempo per sperimentarne la funzionalità e verificare se alcune categorie di transazioni rimangono utili ai fini del Cashback.      

In alternativa, è possibile effettuare il pagamento con il sistema PagoPA direttamente sul sito della Banca convenzionata (fra cui Banca Carige e Banca Cesare Ponti), ma in tal caso occorre inserire i codici dell’avviso di pagamento ricevuto per posta o recuperato on line sul sito dell’Ente impositore.

 

 

1 commento:

AS. PE CARIGE ha detto...

Da oggi è possibile postare brevi messaggi di commento o di richiesta di chiarimenti.