BENVENUTO

BENVENUTI IN AS.PE. CARIGE !

libera associazione no profit, costituita nel 2013 fra pensionati ed esodati, già dipendenti di Banca Carige - Cassa di Risparmio di Genova e Imperia, per tutelare i diritti e gli interessi economici e morali dei propri Associati in materia previdenziale, assicurativa e sanitaria, assistendoli nei rapporti con il Gruppo Carige, l’INPS e gli altri enti tributari, assicurativi e finanziari, pubblici e privati.

lunedì 4 maggio 2015

COMUNICATO N. 41 - Dichiarazione di incostituzionalità del blocco della perequazione 2012-13

La Corte Costituzionale con sentenza n°70 del 30/4/2015 ha dichiarato incostituzionale l’art. 24 c. 25 della legge 477/2011, che aveva bloccato la perequazione degli anni 2012 e 2013 sui trattamenti pensionistici complessivi superiori a € 1.405 mensili lordi.  Gli aumenti spettano dal 2012 sia sulla pensione Inps che su quella integrativa e gli arretrati si cumulano annualmente per effetto del c. d. trascinamento delle quote degli anni precedenti a quelli successivi. La perequazione, pari al 2,70% nel 2012 e al 3% nel 2013, dovrà essere erogata secondo quanto previsto dalla legge 503/92 per fasce d’importo, in misura del 100% sino a 2 volte il minimo, 90% sino a 3 volte e al 75% per gli importi eccedenti. In teoria il pagamento dovrebbe essere spontaneo, sia da parte dell’INPS che dei Fondi Integrativi. Di fatto l'INPS non pagherà se il Governo non stanzierà le somme necessarie o varerà un provvedimento compensativo. I Fondi integrativi sono obbligati a pagare subito, ma naturalmente faranno resistenza (Carige deve ancora restituire il contributo di perequazione prelevato nel 2011 sulle pensioni elevate). Conseguentemente, il nostro legale di fiducia avv. Michele Iacoviello, suggerisce di interrompere la prescrizione compilando e spedendo per RR le lettere che sono state inviate ai nostri soci via e-mail. Le bozza delle lettere di interruzione dei termini sono a disposizione dei soci anche su supporto cartaceo presso la nostra sede. Chi è prossimo al collocamento a riposo agevolato, prima di firmare la transazione, è opportuno che si informi circa il ricalcolo del bonus offerto dalla Banca a transazione del minimo FIP, il cui valore attuale aumenta sensibilmente per effetto del ricalcolo della perequazione, a prescindere dalla rivalutazione ex indici ISTAT che, sebbene prevista contrattualmente, non è stata più applicata dal 1998. Per ragioni economico-organizzative non è previsto l’invio delle bozze delle lettere per posta ordinaria né il precalcolo individuale delle somme da ricevere.

Nessun commento: