BENVENUTO !

BENVENUTI IN AS.PE. CARIGE

libera associazione no profit, costituita nella primavera 2013 fra pensionati, ex dipendenti di Banca Carige, già Cassa di Risparmio di Genova e Imperia, per tutelare i diritti e gli interessi economici e morali dei propri Associati in materia previdenziale, sanitaria e assistenziale rappresentandoli e assistendoli nei rapporti con il Gruppo Carige, l’INPS e gli altri enti assicurativi e finanziari del settore, pubblici e privati.

Per maggiori informazioni consultare le pagine elencate nella colonna a fianco ------------------------------------->


martedì 26 novembre 2019

COMUNICATO N.133 - Assicurazione RC auto – Clausola Bonus Malus

Il premio assicurativo della R.C. auto è stabilito sulla base delle caratteristiche dell’auto e della rischiosità statistica della polizza (età del conducente, patentati e/o figli minori di 25 anni, cilindrata del veicolo, provincia di immatricolazione, dispositivi di sicurezza installati sull’auto, eventuale franchigia, ecc.), nonché delle trattative o confronti concorrenziali svolti personalmente.
In base alla propria situazione anagrafica e storia assicurativa può convenire inserire clausole che escludono la guida di neo patentati dei figli minori di 25 anni e/o prevedano una piccola franchigia fissa sui sinistri liquidati, che abbassano significativamente l’importo dei premi annuali.
Tutte le polizze private prevedono la clausola “Bonus / Malus” che, all’interno di 18 classi di merito, premia o punisce l’automobilista con la riduzione o l’aumento del premio, ad ogni scadenza annuale, in rapporto alla frequenza dei sinistri liquidati.
Di regola la classe d’ingresso, per chi stipula la polizza per la prima volta, è la 14.esima, che si riduce gradualmente a metà in assenza di incidenti sino alla classe 1 e aumenta sempre della metà del premio base in presenza di incidenti sino alla classe 18; a titolo esemplificativo, supponendo un premio medio base di ingresso di € 800, il premio della classe 1 sarà di € 400 e quello della classe 18 di € 1.200.
Ogni Compagnia assegna ai propri assicurati una valutazione di merito - la c.d. classe interna “0” o “-1” - in base alla storia della sinistrosità che abbassa il premio minimo, ma non ha riflessi sulla classe universale obbligatoriamente utilizzata nel caso di trasferimento della polizza RC.
La percentuale di aumento o di riduzione è calcolata sul premio base non scontato comprensivo di Iva e contributo SSN, pari al 7,183% per ogni scatto, mediamente corrispondente a € 45 in diminuzione e € 90 in aumento (2 scatti) per il primo sinistro e € 225 (5 scatti) al verificarsi del secondo sinistro colposo nello stesso anno di osservazione.
Il meccanismo va valutato in funzione degli anni che mancano a raggiungere la classe più favorevole in quanto un solo sinistro comporta l’immediato innalzamento di due classi e successivamente la riduzione annuale di una (in assenza di nuovi sinistri) per un periodo più esteso e su un premio maggiorato.
Nella media riferita alla classe d’ingresso la maggiorazione cumulata per un solo sinistro e nessun altro negli anni successivi ammonta nel periodo a circa € 750, salvo che non venga esercitata la facoltà di riscatto.
Infatti per i piccoli incidenti non sempre conviene ricorrere alla copertura assicurativa, tanto che si è diffusa la prassi della transazione diretta, peraltro contrattualmente non consentita; è tuttavia possibile chiedere all’assicuratore l’importo del danno da liquidare o già liquidato alla controparte e riscattarlo provvedendo al rimborso del danno alla propria Compagnia d’Assicurazioni senza perdere la classe di merito né vedere il premio aumentato al secondo incidente o l’anno successivo.
In caso di concorso di colpa in misura uguale o inferiore al 50% non si perde la classe di merito purché nell’anno successivo (c.d. di osservazione) non avvengano altri incidenti.
Si ricorda infine che la più favorevole classe di merito è trasferibile in caso di decesso del titolare o di intestazione di un nuovo veicolo in capo ad un famigliare convivente.

Nessun commento: