BENVENUTO

BENVENUTI IN AS.PE. CARIGE !

libera associazione no profit, costituita nel 2013 fra pensionati ed esodati, già dipendenti di Banca Carige - Cassa di Risparmio di Genova e Imperia, per tutelare i diritti e gli interessi economici e morali dei propri Associati in materia previdenziale, assicurativa e sanitaria, assistendoli nei rapporti con il Gruppo Carige, l’INPS e gli altri enti tributari, assicurativi e finanziari, pubblici e privati.

venerdì 12 febbraio 2021

COMUNICATO N.168 - Cedolini pensione e certificazione unica dell'INPS inviati via mail

L’INPS ha attivato un nuovo servizio che consente ai pensionati di ricevere il cedolino della pensione e la certificazione unica per il mod.730 direttamente al proprio indirizzo di posta elettronica.

Il servizio può essere richiesto sul sito dell’Istituto - sezione MyINPS - soltanto se si accede con le credenziali SPID, modalità che sta gradualmente diventando l’unico modo di avere contatti e di gestire i propri rapporti con la Pubblica Amministrazione.

Infatti dal 1/10/2020 l’Istituto non fornisce più nuove credenziali personali e quelle vecchie, ancora valide per l’accesso informativo, non saranno più riconosciute per i servizi dispositivi.

Un motivo in più quindi per dotarsi dello strumento unico di identificazione personale nei confronti della P.A. per non perdere la possibilità di tenersi informati e di gestire da casa i propri interessi. 

A chi non avesse ancora richiesto lo SPID, l’INPS ricorda che è possibile accedere al sito anche con la Carta d'Identità Elettronica (CIE) o la Carta Nazionale dei Servizi. (CNS)

Per ottenere il nuovo servizio dopo essere entrati in MyINPS (al momento è ancora possibile farlo con le vecchie credenziali) si clicca sulla voce “Gestione Consensi“ che apre la pagina “Gestione contatti personali”, dove vanno inseriti. se non già presenti, i recapiti telefonici e  l’indirizzo di posta elettronica personale, poi si spunta in basso la voce “Invio del cedolino e della Certificazione Unica (CU) per i pensionati”. 

Cliccando su “Avanti”, il sistema invia i codici per la conferma mediante un messaggio mail e un sms rispettivamente per l’indirizzo mail e il numero telefonico da inserire negli appositi spazi della scheda che si apre automaticamente e segnala se l’operazione ha avuto successo.

Con l’occasione si ricorda che le trattenute fiscali non sono distribuite in modo omogeneo sui 13 cedolini di pensione, ma in 13 rate per l’IRPEF, in 11 rate da gennaio a dicembre (tredicesima esclusa) le addizionali regionale e comunale, mentre l’acconto dell’addizionale comunale è ripartito in 9 rate da marzo a dicembre (tredicesima esclusa).

Gli eventuali conguagli fiscali dell’anno 2020 sono stati liquidati in due rate nei mesi di gennaio e febbraio; tuttavia quest’anno le trattenute dovrebbero essere spalmate correttamente sulle varie mensilità, per cui gli eventuali conguagli riguarderanno soltanto i titolari di posizioni con cumulo pensionistico.

Il fatto che l’INPS non spedisca più a domicilio e pubblichi solo on line in forte ritardo il mod.Obis, contenente i dettagli mensili analitici della pensione e delle relative trattenute, rende ancor più necessario dotarsi del servizio di invio automatico dei cedolini e della certificazione unica via mail, anche per poter effettuare immediati controlli degli importi liquidati, che ultimamente hanno presentato errori sia nelle voci trattenute fiscali sia nell’emissione della certificazione unica 2020.

 


1 commento:

Unknown ha detto...

Molto interessanti i vostri comunicati.