BENVENUTO !

BENVENUTI IN AS.PE. CARIGE

libera associazione no profit, costituita nella primavera 2013 fra pensionati, ex dipendenti di Banca Carige, già Cassa di Risparmio di Genova e Imperia, per tutelare i diritti e gli interessi economici e morali dei propri Associati in materia previdenziale, sanitaria e assistenziale rappresentandoli e assistendoli nei rapporti con il Gruppo Carige, l’INPS e gli altri enti assicurativi e finanziari del settore, pubblici e privati.

Per maggiori informazioni consultare le pagine elencate nella colonna a fianco ------------------------------------->


venerdì 29 marzo 2019

COMUNICATO. 115 - Condizioni agevolate riservate ai pensionati della Banca Carige.

I pensionati titolari di c/c cat. 18, anche se hanno capitalizzato la pensione aziendale e non sono più iscritti al FIP, continuano a fruire delle condizioni agevolate riservate ai dipendenti, che prevedono oltre all’abbuono delle tasse di bollo sui conti correnti, l’esenzione delle spese e delle commissioni di tutte le operazioni di conto corrente eseguite on line (salvo le operazioni in valuta estera), nonché commissioni ridotte per la negoziazioni di titoli e fondi inoltrate con le stesse modalità on line.
Si ricorda che l’imposta di bollo sugli estratti conto titoli è stata aumentata da € 34,20 (che rimangono come misura minima) all’attuale 2 per mille calcolato trimestralmente sul valore di borsa del portafoglio titoli a custodia; in questo caso si tratta di un’imposta patrimoniale proporzionale che rimane a carico del cliente-contribuente.
Il tasso creditore di c/c è rimasto invariato nella misura dello 0,50%.
Le commissioni e le spese per le operazioni effettuate o ordinate allo sportello, dettagliatamente elencate nell’E/C del IV trimestre 2018, sono invece onerose a causa dei maggiori costi operativi, per es.:
-      bonifico su Banca Carige:                    € 3,75 
-      bonifico su altra Banca:                       € 4,75    
-      spedizione di documenti a domicilio:     € 0,90 cad.
Ai pensionati continuare ad essere riservate le condizioni agevolate sui mutui prima e seconda casa (acquisto, ampliamento, ristrutturazione, estinzione di mutui più onerosi, ecc.) al tasso favorevole del 100% dell’Euribor a 6 mesi, maggiorato dello 0,30% se trattasi di 2.a casa (per un mutuo a 20 anni il tasso attuale è dell’1,476%).
Per i prestiti personali senza garanzia ipotecaria il massimale è di € 13.000 (eventualmente derogabile) al tasso dello 0,50%.
Il regolamento dei finanziamenti ai dipendenti e pensionati è molto complesso per cui non si ritiene utile riportarlo in allegato, ma è disponibile presso la nostra sede per l’eventuale consultazione, oltre e preferibilmente agli sportelli della dipendenza presso la quale il nostro socio interessato intrattiene il c/c di cat.18.
Ci sembra invece utile segnalare che l’E/C al 31/12/2018 contiene a pagina 20 delle condizioni e avvisi (che facilmente sfugge anche all’osservatore più attento) una schematica e obiettiva evidenziazione delle norme, dei massimali e dei tempi che regolano la tutela dei depositi da parte del FITD (Fondo Interbancario Tutela Depositi).
La pubblicazione del documento è probabilmente un tentativo da parte di Carige di scongiurare timori, spesso ingiustificati  e contagiosi, tali da rendere ancor più difficile la delicata situazione della Banca. 
Ne riportiamo uno stralcio in allegato, ritenendo che l’informazione corretta sia sempre il modo migliore per assumere decisioni responsabili.

Nessun commento: